Biblioteca 
 

Legge n. 119 (G.U. n. 88 del 14 aprile 2001)

DISPOSIZIONI CONCERNENTI

L'OBBLIGO DEL SEGRETO PROFESSIONALE

PER GLI ASSISTENTI SOCIALI



 

 

La camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;
Il Presidente della Repubblica
promulga
la seguente Legge:

Art. 1
Obbligo del segreto professionale

1. Gli assistenti sociali iscritti all'albo professionale istituito con legge 23 marzo 1993, n. 84, hanno l'obbligo del segreto professionale su quanto hanno conosciuto per ragione della loro professione esercitata sia in regime di lavoro dipendente, pubblico o privato, sia in regime di lavoro autonomo libero-professionale.
2. Agli assistenti sociali di cui al comma 1 si applicano le disposizioni di cui agli articoli 249 del codice di procedura civile e 200 del codice di procedura penale e si estendono le garanzie previste dall'articolo 103 del codice di procedura penale per il difensore.
3. Agli assistenti sociali si applicano, altresì, tutte le altre norme di legge in materia di segreto professionale, in quanto compatibili.

Art. 2.
Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Data a Roma, addì 3 aprile 2001

CIAMPI
Amato, Presidente del Consiglio dei Ministri

 

 
Biblioteca Home